Controlli di 1° livello

Controlli di 1° livello FEAGA domanda unica (amministrativi e in loco)

Argea ha il compito di verificare le condizioni di ammissibilità delle domande di aiuto prima di procedere ai pagamenti.

In base all’oggetto, alle modalità e alla fase in cui vengono svolti (ricezione della domanda, ammissibilità, istruttoria, ecc.) i controlli sulle domande si distinguono in:

  • controlli amministrativi che verificano le dichiarazioni rese insieme alla domanda di aiuto; si effettuano sul 100% delle domande, attraverso la consultazione di banche dati certificate e controlli sulla documentazione che accompagna la richiesta. Per quanto concerne l’uso delle banche dati, l’esecuzione dei controlli amministrativi viene effettuata tramite il SIGC (Sistema integrato di gestione e controllo), al quale contribuisce il sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), che scambia e incrocia informazioni certificate con altre banche dati, quali il Registro delle imprese, l’anagrafe zootecnica del Ministero della Sanità, il Catasto Terreni, il registro Nazionale Titoli ecc. Particolarmente rilevante, ai fini del controllo delle superfici, sono altri due componenti del SIGC, il Sistema Informativo Geografico (GIS) e il SIPA (Sistema di Identificazione delle Particelle Agricole); essi contengono tutte le informazioni relative alle particelle agricole del territorio regionale, comprese dimensione della superficie utile e copertura vegetale;
  • controlli in loco che si caratterizzano per essere effettuati su un campione di domande e prevedono una visita presso l’azienda, con lo scopo di accertare, prima del pagamento dell’importo complessivo dell’aiuto, la veridicità delle dichiarazioni. Il controllo è in carico ad un organismo delegato

 

Controlli di 1° livello FEASR misure connesse a superficie e animali – SIGC (amministrativi e in loco)

Argea, attraverso i propri Servizi Territoriali, ha il compito di verificare le condizioni di ricevibilità e ammissibilità delle domande di aiuto/pagamento prima di procedere all’erogazione delle somme.

In base all’oggetto, alle modalità e alla fase in cui vengono svolti (ricezione della domanda, ammissibilità, istruttoria, ecc.) i controlli sulle domande si distinguono in:

  • controlli amministrativi che verificano le dichiarazioni rese insieme alla domanda di aiuto/pagamento; si effettuano sul 100% delle domande, attraverso la consultazione di banche dati certificate e controlli sulla documentazione che accompagna la richiesta. Per quanto concerne l’uso delle banche dati, l’esecuzione dei controlli amministrativi viene effettuata tramite il SIGC (Sistema integrato di gestione e controllo), al quale contribuisce il sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), che scambia e incrocia informazioni certificate con altre banche dati, quali il Registro delle imprese, l’anagrafe zootecnica del Ministero della Sanità, il Catasto Terreni ecc. Particolarmente rilevante, ai fini del controllo delle superfici, sono altre due componenti del SIGC, il Sistema Informativo Geografico (GIS) e il SIPA (Sistema di Identificazione delle Particelle Agricole); essi contengono tutte le informazioni relative alle particelle agricole del territorio regionale, comprese dimensione della superficie utile e copertura vegetale;
  • controlli in loco che si caratterizzano per essere effettuati su un campione di domande e prevedono una visita presso l’azienda, con lo scopo di accertare, prima del pagamento dell’importo complessivo dell’aiuto, il rispetto dei requisiti e degli impegni previsti dai bandi. Il controllo è effettuato tramite un organismo delegato

Sia sulle domande di aiuto FEAGA che sulle domande di aiuto-pagamento FEASR SIGC vengono eseguiti i controlli di Condizionalità. Questi sono effettuati su un campione di domande e hanno l’obiettivo di verificare il rispetto dei criteri di gestione obbligatori (CGO) e delle buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA). Il controllo è effettuato da un organismo delegato

 

Controlli di 1° livello FEASR  misure a investimento – non SIGC (amministrativi – in loco – ex post)

Argea, attraverso i propri Servizi Territoriali, ha il compito di verificare le condizioni di ricevibilità e ammissibilità delle domande di pagamento prima di procedere all’erogazione delle somme.

In base all’oggetto, alle modalità e alla fase in cui vengono svolti (ricezione della domanda, ammissibilità/istruttoria, fine lavori, ecc.) i controlli sulle domande si distinguono in:

  • controlli amministrativi che verificano le dichiarazioni rese insieme alla domanda di aiuto/pagamento; si effettuano sul 100% delle domande, attraverso la consultazione di banche dati certificate e controlli sulla documentazione che accompagna la richiesta. Per quanto concerne l’uso delle banche dati, l’esecuzione dei controlli amministrativi viene effettuata tramite il sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), attraverso il quale vengono incrociate informazioni certificate con altre banche dati, quali il Registro delle imprese, l’anagrafe zootecnica del Ministero della Sanità, il Catasto Terreni, nonchè attraverso la consultazione di ulteriori banche dati quali il Registro nazionale aiuti e la Banca dati nazionale antimafia (BDNA). Fanno parte dei controlli amministrativi anche le cosiddette “visite in situ” che si effettuano per tutte le domande delle misure connesse ad investimenti per verificarne l’effettiva realizzazione e la conformità a quanto approvato con la concessione dell’aiuto;
  • controlli in loco che si caratterizzano per essere effettuati su un campione di domande e prevedono una visita presso l’azienda, con lo scopo di accertare, prima del pagamento dell’importo complessivo dell’aiuto, la veridicità delle dichiarazioni, la conformità degli investimenti realizzati, la regolarità delle spese e il rispetto della normativa. Il controllo è affidato ad un organismo delegato
  • controlli ex post che riguardano le misure per le quali è previsto il mantenimento degli impegni anche dopo il pagamento dell’intero contributo e che si effettuano con eventuale visita in azienda. Il controllo è effettuato da un organismo delegato

 

Manuale dei controlli in loco ed ex post per misure non connesse a superfici e animali